Standard

INTRODUZIONE

Lo standard della razza attualmente in vigore è quello approvato dall’ American Kennel Club il 18 aprile 1979 e adottato dalla Federazione Citologica Internazionale il 19 aprile 1979 e dall’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana il 3 maggio 1979.

Non esistendo una traduzione ufficiale dello standard in italiano, alcuni allevatori italiani del Siberian Husky, qualche anno fa, si riunirono per provvedere a realizzare una traduzione il più fedele possibile all’originale.

ASPETTO GENERALE

Il Siberian Husky è un cane da lavoro di media taglia, dall’aspetto generale scattante ed agile e dal movimento sciolto ed elegante. Il suo corpo, moderatamente compatto e ben fornito di pelo, le orecchie erette e la coda a spazzola ricordano l’eredità del Nord. Il suo movimento è scorrevole e apparentemente senza sforzo. È in grado di svolgere ottimamente la sua funzione di cane da slitta trainando per lunghe distanze un carico leggero a velocità moderata. Le proporzioni e la forma del suo corpo riflettono questo basilare equilibrio di forza, velocità e resistenza. I maschi sono mascolini ma mai rozzi, le femmini sono femminili ma senza debolezza di struttura. In buone condizioni, con muscoli solidi e ben sviluppati, il Siberian Husky non deve avere peso superfluo.

TESTA

Cranio

Di media grandezza e proporzionato al corpo; leggermente tondeggiante alla sommità, si restringe gradatamente dal punto più largo verso gli occhi. Difetti: Testa rozza o pesante; testa cesellata troppo finemente.

Muso

Di media lunghezza; la distanza dalla punta del tartufo e lo stop è uguale alla distanza dallo stop all’occipite. Lo stop è ben definito e la canna nasale dallo stop alla punta del muso è diritta. Il muso è di media larghezza e si restringe verso il tartufo, con la punta né appuntita, né squadrata. Labbra ben pigmentate, combaciano perfettamente; i denti si chiudono a forbice. Difetti: Muso troppo appuntito o troppo rozzo, troppo corto o troppo lungo; stop insufficiente; ogni altra chiusura dei denti che non sia a forbice.

Orecchie

Di media grandezza, di forma triangolare, impiantate vicine e posizionate alte sulla testa. Sono spesse, ben fornite di pelo, un po’ arcuate nella parte posteriore, decisamente erette, con le punte un po’ arrotondate dirette verso l’alto. Difetti: Orecchie troppo grandi in proporzione alla testa; troppo distanziate; non decisamente erette.

Occhi

A forma di mandorla, moderatamente distanziati e inseriti appena obliquamente. L’espressione è viva, ma amichevole, interessata e perfino maliziosa. Gli occhi possono essere di colore marrone e azzurro; sono ammessi occhi di colore diverso o con entrambi i colori in un singolo occhio. Difetti: Occhi inseriti troppo obliquamente; inseriti troppo vicini.

Tartufo

Nero in cani grigi, marroni scurissimi o neri; fegato in cani copper (rosso, rame fulvo e marrone); può essere color carne in cani con mantello bianco puro. La striscia rosa “naso da neve” è ammessa.

TRONCO

Collo

Di media lunghezza, arcuato e portato orgogliosamente eretto quando il cane è in stazione. Quando inizia a trottare il collo si estende e quindi la testa è portata leggermente in avanti. Difetti: Collo troppo corto e grosso; collo troppo lungo.

Spalle

La scapola è ben inclinata all’indietro. Il braccio forma un angolo leggermente arretrato dalla punta della spalla al gomito, e non è mai perpendicolare al terreno. I muscoli e i legamenti che uniscono la spalla alla cassa toracica sono solidi e sviluppati. Difetti: Spalle dritte,spalle cedevoli.

Torace

Profondo e forte ma non troppo largo. Con il punto più basso che deve essere appena dietro e allo stesso livello del gomito. Le costole escono ben arrotondate dalla colonna vertebrale, ma si appiattiscono sui fianchi per consentire libertà di movimento. Difetti:Torace troppo largo, o a “botte”; costole troppo piatte o deboli.

Schiena

La schiena e diritta e solida, con la linea dorsale orizzontale dal garrese alla groppa. È di media lunghezza, né troppo corta né cedevole per l’eccessive lunghezza. Il rene è teso e asciutto, più stretto della cassa toracica, leggermente retratto. La groppa degrada dalla spina dorsale (è leggermente inclinata rispetto alla colonna vertebrale, n.d.t.), ma non è mai così scoscesa da limitare la spinta delle gambe posteriori. Di profilo, la lunghezza del corpo dalla punta della spalla alla punta ischiatica della natica è leggermente superiore all’altezza del corpo dal terreno al punto più alto del garrese. Difetti: Schiena debole o cedevole; dorso di carpa; linea dorsale discesa.

ARTI

Anteriori

Quando il cane è in stazione e visto di fronte, le gambe sono moderatamente distanziate, parallele e diritte, con i gomiti aderenti al corpo e non sono girate né all’interno né all’esterno. Visti lateralmente, i metacarpi sono leggermente inclinati, con un’articolazione corpo-metacarpica forte ma flessibile. L’ossatura è solida, ma mai pesante. La lunghezza dell’arto dal gomito a terra è appena superiore alla distanza dal gomito al punto più alto del garrese. Gli speroni delle zampe anteriori possono essere amputati. Difetti: metacarpi deboli; ossatura troppo pesante; anteriori troppo stretti o troppo larghi, gomiti in fuori.

Posteriori

In stazione e viste da dietro le gambe posteriori sono moderatamente distanziate e parallele. Le cosce sono ben muscolose e potenti, il ginocchio ben angolato, l’articolazione del garretto ben definita e bassa sul terreno. Gli speroni, se presenti, devono essere rimossi. Difetti: Ginocchio diritto, posteriori vaccini, troppo chiusi o troppo aperti.

Piedi

Di forma ovale, ma non allungati. Sono di media grandezza, compatti e ben forniti di pelo tra le dita e i cuscinetti plantari. I cuscinetti plantari sono forti e spessi. Quando il cane è in stazione i piedi non devono essere girati né all’interno né all’esterno. Difetti: Piedi cedevoli o con dita aperte; piedi troppo grandi o di brutta forma; piedi troppo piccoli o delicati; piedi rivolti all’interno o all’esterno.

Coda

A coda di volpe ben fornita di pelo è inserita appena sotto la linea dorsale e, quando il cane è in attenzione, è normalmente portata alta formando una graziosa curva a forma di falce. Quando è portata alta la coda non si curva né da una parte né dall’altra del corpo, e neppure deve appoggiarsi piatta sul dorso. Una coda abbandonata, lasciata cadere (trailing) è normale quando il cane lavora o è in riposo. Il pelo della coda è di media lunghezza ed è approssimativamente della medesima lunghezza nella parte superiore, inferiore e di lato, dall’aspetto di una spazzola rotonda. Difetti: Coda appoggiata sul dorso o arrotolata; coda frangiata; coda attaccata troppo alta o troppo bassa.

MOVIMENTO

Il movimento caratteristico è regolare e apparentemente senza sforzo. È scattante e leggero sugli arti e quando è nel ring deve essere condotto a guinzaglio molle ad un trotto moderatamente veloce in modo da mostrare una buona estensione degli anteriori e una buona spinta dei posteriori. Visto al passo mentre viene verso di noi non realizza il single-track, ma man mano che la velocità aumenta gli arti si inclinano gradualmente verso l’interno fino a quando i piedi si allineano sotto l’asse longitudinale del corpo. Quando le impronte convergono le zampe anteriori e le zampe posteriori vengono portate diritte in avanti con i gomiti e le ginocchia che non girano né all’interno né all’esterno. Ogni arto posteriore si pone sull’orma dell’arto anteriore sullo stesso lato. Quando il cane trotta la linea dorsale è ferma e diritta. Difetti: Movimento corto,saltellante; arti che si muovono a scatti verso l’esterno, andatura pesante o che rolla; passo che incrocia o andatura a granchio.

MANTELLO

Il mantello del Siberian Husky è doppio e di media lunghezza simile ad una folta pelliccia, ma mai così lungo da nascondere il profilo nitido del cane. Il sottopelo è soffice e denso e di una lunghezza sufficiente a sostenere il pelo di guardia. I peli di guardia del mantello esterno sono lisci e moderatamente adagiati, mai ispidi né ritti in fuori rispetto al corpo. Va sottolineato che l’assenza di sottopelo durante la muta è normale. È permesso pareggiare accorciandoli i mustacchi e il pelo tra le dita e intorno ai piedi per dare un aspetto il più nitido possibile. Non deve essere permesso pareggiare il mantello in ogni altra parte del cane. Ciò deve essere severamente penalizzato. Difetti: pelo lungo, ruvido o ispido; tessitura troppo dura o troppo setosa; pareggiare il pelo ad eccezione di dove permesso (vedi Sopra).

COLORE

Sono ammessi tutti i colori dal nero al bianco puro. È comune riscontrare diverse maschere sulla testa, compresi molti disegni tipici che non si trovano in altre razze.

TEMPERAMENTO

Il temperamento caratteristico del Siberian Husky è amabile e amichevole, ma nello stesso tempo attento e curioso. Non dimostra le qualità possessive del cane da guardia né è eccessivamente sospettoso con gli estranei o aggressivo con gli altri cani. Nel cane adulto si può riscontrare una certa qual riservatezza e dignità. La sua intelligenza, la sua docilità e la sua disponibilità fanno di lui un compagno amabile e un lavoratore generoso.

TAGLIA

Altezza

Maschi: da 53,34 cm a 59,69 cm al garrese. Femmine: da 50,80 cm a 55,88 al garrese.

Peso

Maschi: da 20,43 kg a 27,24 kg. Femmine: da 15,87 kg a 22,68 kg. Il peso è proporzionato all’altezza. Le misure menzionate sopra rappresentano i limiti estremi di altezza e di peso e tra questi due estremi non ve ne è uno da preferire. Squalifica: Maschi più alti di 59,69 e femmine più alte di 55,88.

 

CONCLUSIONI RIASSUNTIVE

 

La caratteristiche di razza più importanti sono la taglia media, l’ossatura media, proporzioni ben bilanciate, facilità e libertà nel movimento, mantello corretto, testa e orecchie piacevoli, coda corretta, e buon temperamento. Ogni senso di eccesso di peso o di ossatura, di movimento legato e grossolano, di mantello lungo e ispido deve venire penalizzato. Il Siberian Husky non ha mai una spetto così pesante e grossolano da ricordare un animale che traina grossi pesi, ma neppure così leggero e fragile da ricordare un animale concepito per le corse di velocità su brevi distanze. In entrambi i sessi da l’impressione di essere capace di grande resistenza. In aggiunta ai difetti precedentemente ricordati, gli evidenti difetti strutturali comuni a tutte le razze sono indesiderabili nel Siberian Husky come nelle altre razze anche se non sono stati qui specificatamente ricordati.

Nota

Il testo ufficiale dello standard del Siberian Husky specifica: i maschi devono avere due testicoli normali perfettamente discesi nello scroto

Usiamo e consigliamo

We use and reccomend

Real nature wilderness freshwater fish

I nostri cani vengono seguiti e curati dal

Dott.Verdoliva Augusto